Accedi
Utente

Password



Non ti sei ancora registrato?
Clicca qui per registrarti.

Non ricordi più la password?
Richiedine una nuova qui.

Navigazione
Utenti in linea
» Ospiti in linea: 1

» Iscritti in linea: 0

» Totale iscritti: 10,496
» Il nuovo iscritto: ubaxini
Benvenuto
Se hai trovato questa pagina tra le infinite esistenti, ferma il mouse e dedicami un pochino di tempo... sono qua a proporti un piccolo alternativo Mondo, fatto di una miscela di cose davvero particolari...

Io sono Marco, in arte Six, caposquadra della Foxhound, un team di amici che praticano softair nel modo più realistico che tu possa immaginare... lascia li il pad, i film d'azione e diventa tu protagonista degli stessi.

Nel sito trovi tutto, e per qualsiasi cosa tu abbia un dubbio io e il mio team siamo a tua completa disposizione.
Evento del 29 Ottobre 2016
Eventi...dopo tanti anni di Amicizia e discorsi finalmente siamo riusciti ad unire una giornata asieme con William Giannò...ci siamo visti al Ristorante del monte More e da li dopo i vari saluti e regolamenti sulla sicurezza abbiamo fatto una piccola tappa di gioco assieme. Estrazione Vip, trasporto in sicurezza, estrazione obj di intelligence e alla fine un classico attacco/difesa.
Per essere la prima volta che i ragazzi di Willy assaporavano il Soft devo dire che le cose sono andate davvero bene, massima soddisfazione e resa.....
Grazie per tutto questo....

Foxhound
....io non ho paura del buio...
Vorrei parlarvi oggi del buio e dei suoi effetti psicologici devastanti per la mente di una persona, di come ci modifica e gela nella prigione mentale del non vedere a un mm dal nostro naso...

Semplicemente vorrei farvi capire che nel buio ci sono le stesse identiche cose che ci sono con la luce, l'unica cosa che cambia drasticamente è l'equiibrio e il senso di orientamento.
Tenuto in mente questo e camminando sempre con una mano che a intermittenza tocca il muro che terremo di fianco, la testa non subirà inclinazioni tali da provocare una "vertigine da buio", un buon metodo è appoggiare prima la punta del piede e poi il peso, onde evitare buchi o cedimenti del terreno e in alternanza al passo toccare appunto il muro che abbiamo scelto. Dobbiamo mentalmente contare i passi e ricordare a memoria a che numero di passo abbiamo incontrato qualcosa di strano, esempio una pietra, un buco..
Se si osservano queste regole e si usa una piccola torcia sempre quando possibile e puntata tra terreno e un metro di altezza il buoio apparirà meno ostile di quanto lo immaginiamo.
Mantenere la calma e nel buio più fitto se siamo senza protezione per la testa e occhi dovremo usare buona norma di camminare con un gomito a protezione del viso, con calma concentrandoci su altri sensi che abbiamo a disposizione, olfatto, tatto e udito.

Questo per quanto riguarda una zona buia dalla quale dobbiamo uscire....in gioco/azione tutto cambia...poi vi spiegherò il mio metodo.

Six